Il Duomo di Firenze

"Quando sento che mi prende la depressione, torno a Firenze a guardare la cupola del Brunelleschi: se il genio dell'uomo è arrivato a tanto, allora anche io posso e devo provare a creare, agire, vivere".

- Franco Zeffirelli


Seicento anni fa iniziò la costruzione del Duomo di Santa Maria del Fiore, la Cattedrale di Firenze. La cattedrale fu costruita da Filippo Brunelleschi, architetto, ingegnere, scultore, orafo e scenografo del Rinascimento italiano, nato a Firenze nel 1377. Fu uno dei tre grandi fondatori del Rinascimento fiorentino, con Donatello e Masaccio. 

Nel 1398 inizia a lavorare in una bottega orafa come gli altri grandi artisti dell'epoca. Lavorando su un tavolo con le pinzette e applicando la sua maestria, tra ornamenti e sculture, rivolge poi la sua attenzione all'architettura e all'ingegneria diventando un creatore moderno. Si dedica così a studi prospettici, con numerosi esperimenti ottici di importante valore scientifico. Studiò il classicismo a Roma con l'amico Donatello e tornò a Firenze per partecipare al concorso per la costruzione del Duomo di Firenze nel 1418. All'età di 43 anni subentrò nella costruzione delle opere sulla base di concetti strutturali e architettonici che ancora oggi sono ammirati per l'immenso ingegno utilizzato. Il Duomo fu completato in 16 anni e rimane per sempre una testimonianza che afferma l'abilità, l'ingegno, l'opera di questo grande artista del Rinascimento fiorentino. 

Dopo la morte del Brunelleschi nel 1446, il Duomo rimane un simbolo per Firenze e per la storia della famiglia orafa dei Torrini. Che visse, lavorò e creò gioielli, per oltre un secolo, proprio all'ombra del Duomo. Oggi la raffinata bottega originale fa parte del grande complesso di Piazza Duomo a Firenze, culla dell'arte e della bellezza.

 

 

 

 

 

TIFRAN GIOIELLI SRL P.IVA 06111170483
Termini e condizioniInformativa sulla privacy
realizzato da Sowire Media
TIFRAN GIOIELLI SRL P.IVA 06111170483
Termini e condizioniInformativa sulla privacy
realizzato da Sowire Media